Le Note del Gufo, 59

L’Italiano è Ciclista da Marciapiede.
Lo è ancora prima di nascere, nella pancia della mamma, a cui già inizia a dare le prime pedalate.
L’Italiano è Ciclista da Marciapiede. Ops! dimenticavo con smartphone.
Lo sono tutti gli Italiani, indistintamente. Donne e uomini, anziani e ragazzi, ricchi e poveri, indipendentemente dall’età, dal sesso, classe sociale e stato civile.
Non importa se la strada è lì vuota sgombra da poterla serenamente percorrere (e a norma di codice).
No. L’Italiano si infila sul primo marciapiede a portata di ruota tra carrozzine, vecchietti trainati da badante, camerieri che vanno e vengono sparati coi vassoi.
«Governare gli Italiani non è difficile, è inutile» ha detto qualcuno che se ne intendeva.

Questa voce è stata pubblicata in Senza Categoria. Contrassegna il permalink.

17 risposte a Le Note del Gufo, 59

  1. Alidada ha detto:

    eppure siamo un popolo così tranquillo e accondiscendente … 😉

    Piace a 1 persona

  2. Neda ha detto:

    Noi siamo anche quelli che preferiamo non fare oggi ciò che un altro potrebbe fare domani.
    Buon inizio settimana, Guido

    Piace a 1 persona

  3. Guido Sperandio ha detto:

    “Ciò che un altro…..”, bravissima, mi hai fatto ridere…
    Buona settimana anche a te.

    "Mi piace"

  4. Pendolante ha detto:

    pessimismo cosmico

    "Mi piace"

  5. maratrufelli ha detto:

    Eheheheh….
    Missione impossibile…

    "Mi piace"

  6. maratrufelli ha detto:

    Eheheheh….
    Missione impossibile… però con un Nobel che mette ordine nel disordine….qualche speranza c’è!

    Piace a 1 persona

  7. Trutzy ha detto:

    Sicuramente è vero come è vero che in molte regioni non esistono le piste ciclabili ed i ciclisti vengono investiti sopratutto in curva

    Piace a 1 persona

    • Guido Sperandio ha detto:

      Sollecitato da questa tua considerazione, mi rendo conto che il mio post ha generalizzato. Il mio campo di rilevazione era ed è Milano, quindi città e non strada aperta. Ma anche in questo caso, se le Autorità (quali? Regione, Comune, Provincia? perchè già in partenza c’è un bel caos all’italiana, di burocrati parassiti e magna-magna) le facessero le piste stai pur certa che diventerebbero occasione di parcheggio auto, pic-nic e fantasia ispirando.
      Qui da anni a Milano ne hanno fatto dei tratti (non molti, eh!…) di piste ciclabili e – a parte che in certi punti sono trappole per il ciclista che si trova di colpo fuori nel traffico – su quelle piste succede e passa di tutto: pedoni carrozzine ecc.
      «Governare gli Italiani non è difficile, è inutile» ha detto qualcuno che se ne intendeva… 🙂 he, he, già! siam sempre là 🙂
      Nota: Alla fin fine però non lamentiamoci, la maggior parte del pianeta conosce nazioni e comportamenti ben peggiori…. 🙂
      Serena serata 🙂

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.