Da «IL TEMPIO DEL TEMPO – Un folle scienziato, un robot cop, un super-detective e una splendida fata…» , romanzo, Guido Sperandio, e-Book

344dbbbe-193d-4e2b-886d-4ebee5cf6e0f
Il dottor Wellzman ” 1

Meccanismi e congegni animati l’avevano sempre attratto. Fin da bambino.

Tanto che, invece dei soliti giocattoli, i genitori gli regalavano “Il piccolo zoo”, “Il piccolo botanico”, “Il piccolo chimico”, “Il piccolo fisico”, “Il piccolo inventore” e altri passatempi del genere.

Oskar aveva dimostrato di saperne ricavare dei miracoli.

A nemmeno cinque anni, aveva realizzato un sorcetto in grado di arricciare la lunga coda, correre e squittire. L’aveva costruito prelevando (di nascosto) le pile dalla radiolina di suo padre, e aveva poi ricoperto il topolino di pelouche. In un modo tanto verosimile da farlo sembrare autentico.

Un sera, aveva aspettato che sua madre andasse a letto e si addormentasse, per telecomandarle il sorcetto, sul cuscino. La signora Wellzman era stata svegliata da un ronzìo. Dapprima aveva creduto a un sogno. Ma si era dovuta presto convincere: i due occhietti fosforescenti che la fissavano, nel buio, erano reali.

L’urlo che ne era seguìto aveva provato al piccolo Oskar il successo dell’esperimento.

Incoraggiato, aveva creato un grillo. Era toccato alla nonna vederselo saltar fuori dal piatto. Il piccolo Oskar gliel’aveva nascosto dentro il minestrone.

Alla nonna per lo spavento era volata la dentiera.

Cresciuto e compiuti gli studi, più che brillantemente (dopo avere terrorizzato intere classi e relativi insegnanti), Oskar Wellzman era approdato all’Università. Nel tempo in cui uno si prende una laurea, lui di lauree ne aveva conseguite una certa quantità:

in chimica,

in ingegneria,

in informatica,

in biologìa,

e in… qualcos’altro.

Si era poi dato all’apprendimento delle biotecnologie. Senonchè sarebbe restato senz’altro uno sconosciuto (già si era anzi rassegnato) se la scintilla della fortuna non fosse scoccata.

Aveva incontrato Mister Geddeon.

← per tornare all’inizio (home)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...