«FINCHÈ ANCHE LA PELLE DEL CUORE NON SI INCRESPI», Luciana Tabacchi, e-Book

Copia di Bolletta-record-in-Francia-12-bilioni-di-euro-di-telefono_h_partbChi meglio di una donna sa parlare, anzi scrivere, d’amore? «Finchè anche la pelle del cuore non si increspi» di Luciana Tabacchi è un veloce racconto mozza-fiato che corre sul filo del telefono, cronaca di un caso vero.
Qui di seguito, il brano iniziale: 

Pronto

– Sì!
– Annalisa, torna?

– Sì, sì torna… non è mai partito, non è mai tornato, non è cambiato niente.

– Dici? Perchè ti ricordi? Da Montecarlo al telefono è stato dolcissimo, mi chiamava Bambolina. E, dall’America poi, diceva che sono l’unica margheritina del suo prato.

– Sì, sì, ricordo.

– Ma, allora, perchè  non telefona?
– Perchè ha paura di una storia seria. Perchè ha parecchi anni più di te. Perchè ha un lavoro infame che non gli lascia neppure il tempo di respirare e che, alla sua età, non può cambiare. Non saprebbe che altro fare.

Ecco, questo è un veloce esempio di una delle telefonate che Giorgia fa all’amica, ogni giorno, più volte al giorno.

Giorgia con il suo monotono e ripetitivo “Torna?” vuole essere rassicurata di non aver perduto l’oggetto del suo amore.

Annalisa è lì, in casa e, per diverse ore della giornata, sembra essersi accollata il compito di rassicurarla.

*

Annalisa è una signora dall’età non ben definibile, dato che, le innumerevoli pratiche di ringiovanimento di oggi: tinture di capelli, iniezioni al collagene o all’acido ialuronico, peeling all’acido glicolico, lifting, ginnastiche, cure alternative e tecniche di respirazione, anche alternative, e la lista non sarebbe finita qui, riescono a falsare lineamenti e figure di donne centenarie, dando loro un posto ben distinto. Non certo, come vorrebbero, tra la schiera delle trentenni, ma nell’altra folta schiera delle camuffate.
Giorgia invece è una trentenne doc, dalla tenacia e volontà di ferro, che si è allenata per anni nella pratica del non mangiare e del chiedersi sforzi su sforzi, applicata nello studio prima e nel lavoro poi, ed ha preteso sempre tutto da sè e da chi le sta vicino. Decisa a non perdere mai e su qualsiasi piano.


Copia di 3df28899-e2f8-4113-8098-1bed8f98439b

← per tornare all’inizio (home)
Annunci

4 risposte a «FINCHÈ ANCHE LA PELLE DEL CUORE NON SI INCRESPI», Luciana Tabacchi, e-Book

  1. Luca Baldini ha detto:

    Che bello scoprire che la mia amata professoressa della Matteo Ricci era, ed è la consorte del grande Sperandio.
    L’avessi saputo trenta anni fa, anzichè farla sempre angustiare!
    Questa novella è il suo debutto in letteratura?
    Luca

    Liked by 1 persona

  2. Guido Sperandio ha detto:

    Cedo la parola alla summenzionata prof:
    Bella sorpresa, Luca Baldini redivivo. Mi ha fatto piacere. Pensa che il tuo cognome è l’unico o quasi, ricordato dalla smemorata vecchietta che sono. Dove sei adesso? Ci racconti? Noi aspettiamo. Quanto a me “scrittrice” è andata così: un’amica presa delle pene d’amore, voleva che il mio sposo scrivesse la sua storia, mi sono proposta io e l’ho sostituito. Sai che devi avere avuto una gran brava professoressa d’italiano! Scrivi bene e sei anche spiritoso.

    Io, quello che tu generosamente definisci “il grande Sperandio”… mi limito ad aggiungere soltanto che da qualche parte, ingiallito dal tempo, ci dev’essere ancora appeso un wanted con taglia a caratteri cubitali sopra la tua foto.
    Ho visto naturalmente il tuo sito: pare che tu nel frattempo abbia lavorato sodo, bravo.
    Se ti capiterà di rispondere alla prof, ti passo la mail: guido.m.b.sperandio@gmail.com
    (è anche in calce a questo blog).

    Mi piace

  3. Luca ha detto:

    Tempo fa, mentre esploravo un database di soggettisti italiani di fumetti mi sono imbattuto
    in Guido, del quale ho approfondito la conoscenza non appena ho letto che, oltre il resto, scriveva soggetti per Tiramolla.
    Parallelamente cercavo quanto più materiale potessi trovare sulle sue campagne pubblicitarie, delle quali vorrei tutt’oggi decisamente saperne di più (i periodi storici, quali agenzie commissionavano i lavori in questione etc.)
    Solo quando sono infine approdato su questo blog, ho appreso che la mia professoressa di lettere era ed è la sua consorte; e all’improvviso mi è tornato tutto in mente.

    Guido, grazie per le tue parole riguardo i miei lavori ed i miei sforzi: ho in effetti lavorato duramente ed ho anche avuto la fortuna di pubblicare dei dischi che all’estero hanno avuto entrambe critica e vendite dalla loro parte, una rara alchimia da realizzare, regalandomi una grande iniezione di autostima e, perchè non dirlo, anche un periodo (oggi esauritosi) di agognata serenità economica.

    Professoressa Tabacchi, sarà davvero un piacere iniziare a leggere ‘Finchè anche la pelle…’ non appena terminato il libro che sto attualmente leggendo.

    Se abitate sempre nella stessa villetta dove abitavate nel 1986 salutatemela, era deliziosa.

    A presto

    Luca Baldini

    Liked by 1 persona

  4. Luca ha detto:

    P.S.: potrei ricevere copia pdf al mio indirizzo email di ‘Sesso e nicotina’? Attraverso il link sopraindicato non riesco a scaricarlo…..

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...