Le Note del Gufo, 44

Stanno passando gli storni, emigrano, segno che il freddo è in arrivo. Sciamano a stormi, ora uniti ora divisi, riempiono il cielo. Imprevedibili, non sai mai dove vanno. Uno si stacca e un altro pure salvo tornare insieme e piombare sul caco che ho qui davanti. Strepitano, sollevano nuvole di foglie e piume, becchettano e si becchettano e scacciano, si inseguono ma senza accanire. Lasciano un caco ne assaltano un altro. Restano brandelli di buccia a penzolare, indizio di un inizio incompiuto.
Non conosco il Paese da cui gli storni provengono, ma sempre senza saperlo, mi viene da dire che siano storni italiani.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in LE NOTE DEL GUFO. Contrassegna il permalink.

41 risposte a Le Note del Gufo, 44

  1. lallade ha detto:

    Non si lasciano intimidire, la loro forza è il numero. Lo testimonia il loro danzare ostinato e orgoglioso a dispetto di tutte le imprecazioni che ricevono.

    Piace a 2 people

  2. Lucy the Wombat ha detto:

    Invece qui arrivano! Viva gli storni e gli stormi 😊

    Piace a 1 persona

  3. quasi40anni ha detto:

    Dici che sono italiani perché tutto iniziano e niente finiscono ? Ciao Guido, sempre bello vederti

    Piace a 1 persona

    • Guido Sperandio ha detto:

      E per me è un piacere sentirti 🙂
      Sì, italiani per il motivo da te accennato (vedi la Salerno-Reggio Calabria, solo una voce di un’infinita lista), poi per il chiasso, per l’individualismo, per l’imprevedibilità… in un parola, dovendo fare una sintesi: per il casino!
      Cara amica, non resta che rifugiarci nelle fiabe, dove le Cenerentole se perdono le scarpe, trovano chi gliele ritrova. In gloria!

      Piace a 1 persona

  4. Neda ha detto:

    Qui da me stanno sul bagolaro a cibarsi delle bacche e fanno un casino della madonna, Ma appena un caco incomincia a ingiallire…

    Piace a 1 persona

  5. molaplume ha detto:

    Bon giorno caro Guido. Si, i tempi cambianno e sembranno piu difficile. Ma fianlmente il popolo italiano ha votato representative che, con certezze e sbaglie allo stesso tempo, hanno deciso di defendere nostri interessi. Ho votato al Movimento Cinque Stelle per due ellezione e sonno molto sodisfattto. Prende un po di polenta con seppie nere e un bicchieri di viono rosso. Avanti bersaglieri che la vittoria e nostra. Ti rincrociamo. Arrivederci!

    Mi piace

  6. Guido Sperandio ha detto:

    La parola “popolo” mi fa paura. E “popolo italiano” ancora più paura. L’ultima volta che è stata detta ed esaltata è finita nel ben noto 1945, con l’Italia rasa al suolo, milioni di morti, miseria e fame. Forse sarebbe bene ricordare agli allegri giovanotti di queste nuove generazioni che grazie a quest’Europa, per quanto scucita e disunita, siamo l’unico continente sul Pianeta a non avere guerre e stragi e ad avere abbastanza cibo da diventare insieme agli USA, la metà agognata di milioni di persone da altri Paesi.

    Mi piace

  7. alessialia ha detto:

    gli storni,… un popolo… un caos… l’unione che fa la forza, ma poi l’individualismo…
    adoro i cachi… quelli che si spiaccicano nel piatto e li devo mangiare col cucchiaino…. gnammete! ciao guidino bello!

    Piace a 1 persona

    • Guido Sperandio ha detto:

      Hai centrato, come sempre…
      NOTA IMPORTANTE, DA LEGGERE DUE VOLTE ANZI TRE: Ale!, era ora che TU risbucassi dalle nebbie. Vabbeh che sei ultra-super-occupata e ti sono dovute tutte le attenuanti ma il popolo degli amici ti aspetta… esigeeeeeee! OK?

      Mi piace

      • alessialia ha detto:

        perchè tu, come sempre, d’altronde, hai scritto un post, anzi IL post bello pienotto schiaffandoci dentro tanti significati da estrapolare…
        e lo rileggeremo anche 4 volte!
        eh….. davvero il tempo non basta mai… sai che ho preso anche una cagnolina… ha sette mesi ora e è tremenda… come la mia bimba… aaaiutooo1 pero mi manca troppo wp, anzi voi amichetti belli miei… soprattutto alcuni!

        Piace a 1 persona

        • Guido Sperandio ha detto:

          Ahhhhhh! la cagnolina ci mancava! Però penso che tra bimba e cagnolina avrai anche il tuo spasso…. ti lascio con un a presto! Sicuro che prima o poi ti riaffaccerai, fosse per un secondo, mi accontento! A prestoooo!

          Piace a 1 persona

          • alessialia ha detto:

            certo che mi riaffaccerò1 sto troppo bene qua… e poi mi spiacerebbe perdere persone come te… anche se non ci conosciamo, le menti brillanti come la tua sono preziose…. e poi ricorda che io ti ammiro come professionista… e avrei voluto essere tua allieva!
            uh… fanno un casino entrambe le disgraziate Lia e Luna 😀

            Piace a 1 persona

            • Guido Sperandio ha detto:

              Gulp!!!!!… deglutisco… tu non mi vedi, ma ho una corona di stelline intorno al capo e l’espressione idiota tipica di chi è compiaciuto….

              Piace a 2 people

              • alessialia ha detto:

                ahahah! penso che avrei imparato davvero tanto da te! E, trovandomi davanti a te, deglutirei tanto tanto io, e sarei tanto tanto buffa perchè imbarazzata1 ma poi, ti chiederei mille cose su quel mondo pazzo e particolare che ti invidio tanto (in maniera buona, ovviamente)… Ho qualche tuo libro in giro per il mio pc… devo solo trovare il momento adatto per tuffarmici!

                Piace a 1 persona

  8. Ciao Guido. Non ti ho dimenticato. Vorrei scriverti per un saluto e per aggiornarti in positivo, eh!

    Piace a 1 persona

  9. maratrufelli ha detto:

    ahahahah…storni italiani…però…m’è venuta voglia di cachi..^___^

    Piace a 1 persona

  10. Alessandra ha detto:

    Ciao Guido, sei in meditazione? 😉 Chissà cosa tirerai fuori dal cilindro, dopo una pausa così lunga… 😘😘

    Piace a 1 persona

    • Guido Sperandio ha detto:

      Sì, sono in meditazione favorito dal buio che la sera scende presto 🙂
      Il blog non l’ho abbandonato, capisco che risulti il contrario, solo che ho sempre cose meno belle da dire così mentre penso al blog senza farci niente, il tempo passa veloce e inclemente, tanto veloce che ci si ritrova a Natale senza sapere come.
      Tirassi qualcosa fuori dal cilindro uscirebbero corvi non colombe, sto leggendo «Guerra e pace», e Tolstoi è così bravo che quelle battaglie e quei morti te li porti dentro… poi il mattino dopo leggo il giornale e collego, e allora mi sparisce quell’attimo di ironia salvifica.
      Cara Alessandra, il tuo ricordo mi arriva caro, e tanto, e consentimi di ricambiare con affetto (e stima per le tue recensioni… tu non ne scrivessi più alcuna quelle passate bastano e sarebbero tutte da rileggere).
      Un caro, caro saluto.
      Nota: dato che è Natale, vuoi che non accompagni con i migliori auguri?

      Piace a 1 persona

      • Alessandra ha detto:

        Guerra e pace: vorrei leggerlo anch’io, prima o poi. Mi piacerebbe conoscere un giorno le tue impressioni, magari con calma, a lettura ultimata… In ogni caso, resto in attesa del tuo prossimo post, sicura del fatto che ci farà di nuovo sorridere 🙂 , a dispetto dell’avvilimento dilagante…. (PS per quanto mi riguarda, procedo piano-piano con l’esplorazione dell’opera bölliana; nei mesi scorsi ho letto “E non disse una parola”, semplicemente meraviglioso!!!, non ho ancora le parole per descriverlo, chissà se un giorno ci riuscirò, e da pochi giorni ho terminato un altro dei suoi primi romanzi, L’angelo tacque, di cui forse pubblicherò presto qualcosa, se trovo la forza per farlo…) Ricambio gli Auguri, con il proposito di rinnovarteli anche nei prossimi giorni 😉

        Piace a 1 persona

        • Guido Sperandio ha detto:

          Heinrich Boll, già, lessi Opinioni di un clown e Il treno è in orario, ma molto tempo fa, per cui conservo solo delle impressioni. La principale, che mi era piaciuto. Mi aveva sfatato molte idee che avevo dei tedeschi e della Germania del periodo nazista. Già questo sarebbe argomento da approfondire, ma fosse l’unico!
          Di Tolstoi (avevo letto poco tempo fa Anna Karenina), posso anticiparti che è (con un brutto termine) cinematografico. Pur essendo ricco di dettagli, questi aiutano a entrare e vivere, non nuocciono alla scorrevolezza. In sintesi: lo sto leggendo avidamente sebbene con interruzioni dovute a vari impegni.
          Allora, dunque, a presto! 🙂

          Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.