Libri sì, ma però

10858048_355017981336125_5336566577114772064_n

Punto 8: I libri rendono migliori le persone. Ma è vero? Perchè, per esempio, anche il «Mein Kampf» di Adolf Hitler è un libro, però Adolf Hitler non era una brava persona. E i contenuti del «Mein Kampf» (traduzione: «La mia battaglia»), pubblicato nel 1925, hanno condotto ai noti risultati.

Mein_Kampf_dust_jacket.jpegcopertina edizione 1926-1927
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Adolf Hitler. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Libri sì, ma però

  1. Baliz ha detto:

    Nel libro di Hitler sono contenute idee. Le idee sono pericolose, non il libro di per sé. Il libro di per sé potrebbe essere interpretato a livello teorico, vedi il Principe di Machiavelli. Allo stesso modo allora dovresti giudicare pericoloso un libro come Lolita, perché raccontando i fatti dal punto di vista del “pedofilo” in modo delicato e soave, un uomo potrebbe essere portato a diventare a sua volta un pedofilo. Ma in realtà lo scopo è proprio l’opposto: cercare di svelare il meccanismo inceppato che c’è dietro ad un cervello del genere.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...